Viaggiare con gli animali?

26/12/2018

Ecco qualche consiglio utile!

Il 10 dicembre cadeva l’anniversario della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo. Ebbene, in questa occasione  si è celebrata anche la Giornata Internazionale dei Diritti degli Animali. E visto che meritano cura e rispetto, vi diamo qualche consiglio utile per viaggiare con loro. Volagratis.com ci ricorda quali documenti servono per viaggiare in aereo, non solo per cani e gatti ma altresì per pesci, volatili, conigli, porcellini d'India, criceti e furetti: tutti vanno portati in alta quota con gabbiette o trasportini, ma è bene informarsi per tempo presso la compagnia aerea scelta, poiché le disposizioni possono cambiare di volta in volta. In ogni caso, oltre al biglietto, per alcune specie è necessario avere anche il passaporto con la storia vaccinale e gli eventuali test degli anticorpi antirabbia. Per cani e gatti potrebbe essere richiesto anche il tatuaggio o il microchip, compatibile con quello del Paese d’arrivo. Per gli animali che viaggiano in stiva, non bisogna dimenticare di apporre sul trasportino o sul kennel l’etichetta con la  scritta “LIVE ANIMALS” (etichetta verde dello I.A.T.A.) e l'indicazione “THIS WAY UP”, cioè “non capovolgere” (etichetta nera dello I.A.T.A.) per indicare il corretto orientamento. Volagratis.com ricorda che non possono volare i cuccioli che hanno meno di 3 mesi di età, animali in calore o in gravidanza e consiglia di controllare tutte le vaccinazioni richieste dal Paese di arrivo e programmare una visita dal veterinario per evitare spiacevoli sorprese al momento dell’imbarco.

Per chi deve spostarsi in treno, ricordiamo che è ammesso un solo animale per ciascun viaggiatore. I cani di taglia piccola viaggiano gratuitamente - previa comunicazione - all’interno dell’apposito contenitore (dimensioni 70x30x50). I cani di taglia medio-grande, con guinzaglio e museruola, hanno invece bisogno del biglietto. Per evitare problemi di stomaco, è bene non farli  mangiare prima della partenza e di tenere sempre acqua fresca a portata di mano, in un recipiente ermetico. Inoltre, è bene informarsi se ci sono fermate più lunghe in alcune stazioni per approfittarne ed eventualmente far uscire un attimo il cane.

Se siete in macchina o camper e volete spostarsi in Europa, dal 2004 è richiesto un passaporto europeo per animali domestici. Questo documento può essere rilasciato da un veterinario accreditato e deve contenere tutti i dati sugli animali e l'elenco di tutti i vaccini somministrati. Dal 2011, è diventato obbligatorio il microchip per l’identificazione dell’animale. Se si vuole viaggiare con un animale domestico diverso dal cane, gatto o furetto, è importante rivolgersi prima della partenza presso l'ambasciata di competenza. Si consiglia anche un piccolo kit di pronto soccorso. Adesso potete andare a cercare il viaggio ideale!

Altre notizie

#JustAsk

Rispondiamo
entro un'ora
sulla nostra pagina Facebook

Fai la tua domanda
Orari d'apertura

Telefono: 051-6178030
> Contattaci

Top